UA-38565391-1

lunedì 4 maggio 2020

Aridanghete: non siamo in emergenza sanitaria ed economica, ma in campag...





i fondi destinati ad opere pubbliche, hanno un vincolo, ma vengono stanziati dall'Amministrazione.

A suo tempo, il Sindaco dichiarò che per il rifacimento della rotatoria della Rinascente avrebbe impiegato i soldi incassati dai permessi a costruire pagati dagli esercizi commerciali (soldi dei cittadini, quindi). Sarebbe stato sufficiente rivedere il piano delle opere pubbliche, eliminando questa voce, per rendere di nuovo disponibili 200.000 Euro per altri utilizzi. Inoltre, per la realizzazione delle opere, erano previste spese di consulenza per migliaia di Euro quindi, eliminando e rinviando le opere, altri fondi (migliaia di Euro) sarebbero stati recuperati e resi disponibili...

le consulenze non sono spese in conto capitale (titolo 2) ma spese correnti (titolo 1) e quindi hai voglia a soldi che avrebbero potuto stanziare!!! Speravo non fosse necessario fare la spiegazione a chi è più esperto di me ma chiedo venia se, nel mio video, non sono stato abbastanza chiaro.

giovedì 23 aprile 2020

VODAFONE BUSINESS E CONSUMER




VODAFONE BUSINESS


PROMO TELEFONIA MOBILE


BUSINESS


RED


PROMO RISERVATA AI POSSESSORI DI PARTITA IVA


 

PER NUMERAZIONI PROVENIENTI DA ALTRO GESTORE


 

CHIAMATE ILLIMITATE VERSO FISSI E MOBILI IN ITALIA


E UNIONE EUROPEA


10 GIGA


500 MINUTI INTERNAZIONALI VERSO IL MONDO


TETHERING HOTSPOT ABILITATO E GRATUITO


RETE SICURA GRATUITA PER I PRIMI DUE MESI DOPO 2 EURO IN PIU? O SI DISATTIVA


NO TASSA DI CONCESSIONE GOVERNATIVA


1 TB DI INCLOUD


PREZZO 24,99 EURO ESCLUSO IVA


ATTIVANDO TRAMITE NOI (VODAFONE BUSINESS ON LINE)


PREZZO BLOCCATO PER SEMPRE A 15,00 EURO PIU? IVA


Se invece vuoi giga illimitati approfitta della nostra offerta?.


25 EURO TUTTO ILLIMITATO E PASSA AL NOSTRO PIANO INFINITO


1.     NO TASSE


2.     NO COSTI ATTIVAZIONE


3.     RIMBORSO PENALISE ANCORA SOTTO VINCOLO CONALTRO GESTORE


POSSIBILITA' DI PREVENTIVI E SCONTI PERSONALIZZATI PER COMBINATO FISSO E MOBILE E PREVENTIVI PER RETI FISSE RESIDENZIALI E AZIENDALI

PER MAGGIORI INFORMAZIONI RISPONDA A QUESTA EMAIL LASCIANDO NOME E NUMERO DI CONTATTO DIRETTO E SARA' NOSTRA CURA CONTATTARLA IN TEMPI BREVI

OPPURE PUO' CONTATTARCI DIRETTAMENTE AL NUMERO 3791786886 DALLE ORE 9:30 ALLE ORE 18:00 DAL LUNEDI AL VENERDI.


 

LA INFORMO CHE IL SUO INDIRIZZO E-MAIL , UNICO DATO IN NOSTRO POSSESSO E?STATO ACQUISITO AI SENSI DELL?ART 12 LEGGE 675/1996 E SUCCESSIVEMODIFICHE;O ATTRAVERSO ADESIONI DIRETTE. CON L?ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO EUROPEO 679/2016 GDPR, QUALORA SI RICHIEDA IL DIRITTO ALL?OBLIO; SI PREGA CORTESEMENTE DI SEGNALARE ESPLICITAMENTE L?ACCOUNT EMAIL CHE DESIDERA FAR ELIMINARE RISPONDENDO CON RIMUOVI 

cliccanco sul link di cancellazione

CANCELLAMI DALLA LISTA



 



martedì 14 aprile 2020

MES, DOCUMENTI UFFICIALI



Dino Giarrusso personaggio televisivo e politico italiano, con la carica da Europarlamentare dal 2019, sputtana tutti.


Come vi ho annunciato ieri, pubblico i principali DOCUMENTI UFFICIALI riguardanti il MES, ed il video che vi chiedo di CONDIVIDERE A BOMBA!


  •  9 maggio 2010, Bruxelles, Consiglio europeo affari economici I Ministri delle Finanze iniziano a discutere e gettare le basi del MES, e già allora compare la dicitura “strong conditionality”, cioè “severa condizionalità”. In Consiglio europeo per il governo italiano presieduto da Silvio Berlusconi era presente Giulio Tremonti, che approva. qui il link col PDF ufficiale



  • 25 marzo 2011, Bruxelles, Consiglio europeo Questa è la decisione più importante, perché è con questo voto che di fatto il MES viene istituito, MODIFICANDO il TRATTATO di FUNZIONAMENTO dell’UNIONE EUROPEA, il TFUE. Per queste modifiche serve l’UNANIMITÀ DEL CONSIGLIO EUROPEO, dunque se l’ITALIA si fosse opposta il MES non sarebbe mai passato. L’Italia è allora rappresentata dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che guida un governo con i ministri: MELONI, LA RUSSA, FITTO (ora tutti FdI) e BOSSI, MARONI, CALDEROLI (Lega). NESSUNO di loro si oppone al MES, ed è quel MES che prevede “una rigorosa condizionalità”.

  • Questo il link alla GAZZETTA UFFICIALE della Unione Europea. Chi dice -come Tremonti- che lui aveva in testa “un altro MES”, mente, poiché il MES che il governo con Berlusconi, Meloni, Tremonti, Bossi, La Russa, Fitto, Maroni e Calderoli, HA APPROVATO IL MES CON LE CONDIZIONALITÀ, come spiegato da questo documento ufficiale.
    SONO LORO AD AVER APPROVATO, VOTATO e FIRMATO il MES in Europa, non CONTE, che giustamente ha parlato di fakenews.
    qui il link col PDF della GAZZETTA UFFICIALE
    https://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do…



  • 16 novembre 2011, Roma Giuramento del nuovo governo Monti, che ottiene la fiducia del Senato il 17 novembre e della Camera il 18. La leader di FdI GIORGIA MELONI vota sì alla fiducia alla Camera e contribuisce col suo VOTO alla nascita del governo MONTI, quello che ha umiliato gli italiani con provvedimenti quali legge FORNERO, anche grazie AL VOTO DI GIORGIA MELONI!!

  • 12 luglio 2012, Senato e 19 luglio 2012, Roma, Camera dei Deputati Il PARLAMENTO ITALIANO, Vota il disegno di legge GIÀ PREPARATO DAL GOVERNO BERLUSCONI a firma FRATTINI (ministro insieme alle Meloni!) e TREMONTI (idem).

    È il TESTO CHE IL GOVERNO BERLUSCONI (non Monti!) AVEVA VOTATO IN EUROPA: è IL MES con LE CONDIZIONALITÀ.
    • Dunque per INIZIATIVA DEL GOVERNO con MELONI, LA RUSSA, FITTO (oggi Fratelli d’Italia) e BOSSI, MARONI, CALDEROLI e TREMONTI (LEGA) che hanno voluto, firmato e votato in EUROPA IL MES, anche il parlamento italiano ratifica il Trattato contenente il MES.
    • Alla ratifica la LEGA vota contro, la Meloni è assente (e quando mai...) ma il “suo” PDL vota a favore, insieme al PD.
    • Come vedete dal pdf a questo link, la proposta è dei ministri FRATTINI e TREMONTI, cioè è quella del governo BERLUSCONI, MELONI, LEGA.
    • La BUGIA di TREMONTI che sostiene di aver votato “altro”, è SMASCHERATA da questo documento http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/00616476.pdf


      Ottobre 2012
      Con la conclusione dell’iter di ratifica di tutti i 17 Stati membri dell’Eurozona, il Trattato che istituisce il MES ENTRA in vigore. 

      DUNQUE CHI DICE CHE IL 9 Aprile in Europa il governo Conte ha “votato il MES”, dice un falso storico. Il MES è in vigore dal 2012, ed in EUROPA lo votò nel 2011 PROPRIO il governo con la MELONI e la LEGA. 

      Ma finché a governo ci sarà il MoVimento 5 Stelle e il Presidente sarà Giuseppe Conte l’Italia NON CHIEDERÀ L’ATTIVAZIONE DEL MES!

          Vi ho fornito documenti ufficiali e vi invito a far girare questo testo e questo video!

              Basta FAKE NEWS, CARTA CANTA!
                DIFFONDIAMO LA VERITÀ SUL MES!!

                    Dino Giarrusso ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️



                    sabato 11 aprile 2020

                    I signori del Mes

                    Oggi pronti a puntare l’indice. Ieri fieri sostenitori, fino alla fine, di quel Mes che oggi dicono di vedere come fumo negli occhi.


                    Ma la storia, che è una brutta bestia, sta lì a inchiodare Matteo Salvini e Giorgia Meloni.

                    E visto che la loro propaganda continua ad alimentarsi di menzogne, è necessario smontarle. Una ad una, una volta per tutte. Operazione che, a dir la verità, non è poi così complicata.

                    Tutta l’attività istruttoria europea precedente all’istituzione del Mes (Meccanismo europeo di stabilità, detto anche Fondo “Salva-Stati”) si è svolta tra il 2010 e il 2011. In carica c’era il Governo Berlusconi IV, sostenuto dalla Lega, dall’allora Pdl e da quella parte del Pdl che sarebbe poi diventata Fratelli d’Italia.

                    I contenuti del Mes sono stati definitivamente adottati dal Consiglio europeo del 24-25 marzo 2011. A rappresentare l’Italia c’era il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, sostenuto da Lega e Pdl.

                    Il disegno di legge di ratifica del Mes è stato approvato dal Consiglio dei ministri del 3 agosto 2011, presieduto da Silvio Berlusconi, a capo di un Esecutivo appoggiato da Lega e Pdl.

                    E chi c’era, in quel momento, tra i ministri di quel Governo? Ricordiamone alcuni: Roberto Calderoli (Lega), allora ministro per la Semplificazione e oggi vicepresidente del Senato; Umberto Bossi (Lega), allora ministro per le Riforme e oggi senatore; Roberto Maroni (Lega), allora ministro dell’Interno e poi ex Governatore della Regione Lombardia; Giorgia Meloni (FdI), allora ministra per la gioventù, ex esponente del Pdl e oggi leader di Fratelli d’Italia; Ignazio La Russa (FdI), allora ministro della difesa, ex esponente del Pdl e oggi vicepresidente del Senato di Fratelli d’Italia; Raffaele Fitto (FdI), allora ministro per le Regioni, ex esponente del Pdl e oggi europarlamentare di Fratelli d’Italia.


                    Insomma, tutti insieme appassionatamente i sovranisti dei nostri giorni hanno avallato, sostenuto e approvato il Mes.

                    Ma non finisce qui, perché il sostegno al Mes di alcuni di questi personaggi è continuato anche durante il Governo Monti, dal quale oggi quegli stessi politici a parole prendono le distanze.

                    Alla Camera, il 19 luglio del 2012, diversi esponenti di spicco dell’attuale formazione di Fratelli d’Italia votarono a favore dell’istituzione del Mes: tra questi Marco Marsilio (attuale governatore dell’Abruzzo) e Fabio Rampelli, attuale vicepresidente della Camera. Giorgia Meloni in quel frangente era proprio assente, a dimostrazione di quanto interesse avesse a lanciare l’allarme sul Mes. Oggi dice che non partecipò a quel voto perché era in disaccordo: di sicuro non si stracciò le vesti perché di quel suo disaccordo al tempo non se ne accorse nessuno.

                    Tutto questo succedeva nel 2010-2011-2012, quando il MoVimento 5 Stelle non era nemmeno in Parlamento.

                    Perché Salvini, la Meloni e tutti i loro accoliti oggi mentono in modo così spudorato? Paura di questo recente passato che stanno disperatamente provando a cancellare a colpi di menzogne?

                    Disqus for Bracciano Movimento 5 Stelle