UA-38565391-1

mercoledì 17 dicembre 2014

Intervista: Rispondiamo alle domande della dottoressa Graziarosa Villani, dell'Ortica

Graziarosa Villani


Gentile Marco ecco le domande per intervista per l'Ortica

  1. Il Movimento 5 Stelle è ormai una realtà anche a Bracciano e tra i tanti tu appari come il leader dei grillini braccianesi. Come vi siete organizzati a livello territoriale?
  2. In questi giorni è in atto l'iniziativa per la raccolta di firme per il referendum sulla città metropolitana. Come procede e quali sono gli attori in campo?
  3. Recentissimo l'avvicendamento in Consiglio comunale tra Carone Fabiani e Massimo Guitarrini. Quali sono i rapporti tra il M5S e Bracciano Bene Comune?
  4. Fermiamo Cupinoro è anche una battaglia dei 5 stelle. Quale la vostra ricetta e qual’ è il vostro giudizio sulla gestione della Bracciano Ambiente?
  5. Ospedale? Quali le vostre proposte?
  6. Pendolari? Come migliorare il servizio?
  7. Il conto alla rovescia per le prossime elezioni comunale a doppio turno è iniziato. I 5 stelle come si stanno preparando e come vi comporterete in caso di necessità di "apparentamenti"



Risposte:

  1. Non chiamateci “grillini”: siamo un gruppo di Cittadini che si riconosce nei valori che il M5S ha diffuso in Italia. Riconosciamo a Grillo il merito di aver gettato le basi per il progetto di rinnovamento politico nel nostro Paese, appoggiando i punti cardini del Movimento come la trasparenza, la legalità, la democrazia partecipata, i diritti dei cittadini e, non ultima, la tutela del territorio.
  2. La raccolta firme per la richiesta di un Referendum inerente la Città Metropolitana ha riscosso notevole interesse da parte della cittadinanza, infastidita soprattutto per non essere stata affatto informata in merito dall’Amministrazione Comunale, nei tempi e nei modi previsti. Abbiamo dovuto fare un primo enorme sforzo, raccogliendo 4.200 firme in dieci giorni, per riuscire a far valere il diritto di scelta dei cittadini, fermando così la delibera per aderire automaticamente alla Città Metropolitana di Roma. Di fronte a quelle firme, che richiedevano di esprimere la volontà popolare, l’Amministrazione non si è potuta tirare indietro (realizzando, per ironia della sorte e solo per impulso esterno, proprio uno dei punti del programma elettorale della Giunta Sala - sorte ancor più ironica in quanto il medesimo punto è un caposaldo della filosofia del Movimento, tanto bistrattato dal partito del signor Sindaco: la democrazia partecipata). Ora è il Comitato Referendario il protagonista della raccolta firme, affiancato da un Consigliere o da una Cancelliera autorizzati per l’autenticazione delle firme raccolte giornalmente e, nuovamente, saranno oltre 4.000 le firme che chiederanno il referendum.
  3. Su progetti condivisibili e condivisi, che vanno a vantaggio dei cittadini, il M5S promuove la collaborazione. A livello locale è successo per il referendum sulla Città Metropolitana: alcune forze d’opposizione hanno sposato la nostra proposta, e così è nata una sinergia che ha permesso, per due volte, di superare il quorum di firme richiesto. Si lavora sugli obiettivi senza firmare cambiali in bianco.


4. Il nostro territorio dev'essere salvaguardato.  Le misure messe in campo dalla Bracciano Ambiente e dalla Giunta Comunale, non rispettano tale attenzioni . La Regione ha approvato il 28 ottobre 2014 l’autorizzazione integrata ambientale, dove insiste un progetto per la gestione di una filiera dei rifiuti. Insieme a tutti i cittadini abbiamo sempre fatto battaglia, per evitare la riapertura della discarica, oltre che alle manifestazioni di piazza, abbiamo mantenuta una presenza costante nei Consigli Comunali, attraverso interroragazioni Regionali e Parlamentari portando avanti il diniego al continuo inquinamento tramite ricorsi e pronunce nelle varie sedi istituzionali.


Tra varie soluzioni frutto delle nostre idee, abbiamo depositato presso la Regione Lazio, presso il Comune di Bracciano e presso tutti i Comuni conferitori a Cupinoro. Un progetto (prot. 0032165 del 05/11/2013) dove chiediamo che la discarica venga immediatamente bonificata e messa in sicurezza.
Infatti puntiamo a politiche gestionali virtuose del materiale da rifiuto, attraverso il recupero e riciclo, con promozione decrescente di prodotti da materiale non riciclabile o non compostabile. L’applicazione del sistema delle otto R: ( Rivalutare, Riconcettualizzare, Ristrutturare, Ridistribuire, Rilocalizzare, Ridurre, Riusare, Riciclare ) permetterebbe di creare posti di lavoro e di abbattere i costi, riducendo gli oneri della Ta.Ri. del 40% circa, applicando inoltre trasparenza e la legalità sul trattamento dei rifiuti.
Con l’applicazione della tariffa puntuale, come già avviato in alcuni comuni, si premierebbero i comportamenti virtuosi dei cittadini,ovvero chi più ricicla meno paga.

5.     In relazione al processo di riorganizzazione dell’assistenza ospedaliera presentato dal l
  Commissario ad Acta per il triennio 2014/16, i Cittadini di Bracciano in Movimento non hanno
riscontrato una  risposta  organica allo  squilibrio  dell’offerta  sanitaria  tra  il  centro  e  la
periferia, alla fragilità della sanità del territorio e alla crescente precarizzazione del lavoro.

In proposito abbiamo già presentato una proposta alternativa alla Regione Lazio, attualmente in valutazione (protocollato Il giorno 23/11/2014  "Proposta Salva Ospedale Padre Pio").
L’Ospedale Padre Pio serve una zona con centomila residenti e la scelta di chiusura o riconversione degli ospedali deve essere fatta considerando il fabbisogno di salute della popolazione di ogni specifica zona.
Significativi risultati si possono ottenere, a parità di risorse, ridistribuendo i carichi di lavoro tra l’Ospedale di Bracciano e l’Ospedale di Civitavecchia: l’attività chirurgica non maggiore, di routine, o generale, ortopedica ed oculistica, andrebbe rimodulata, integrandola con attività interventistica in Week e Day Surgery su pazienti ammessi all’intervento attraverso la preospedalizzazione, lasciando all’ospedale di riferimento dell’ASL RMF la chirurgia maggiore.
In tal modo il Padre Pio manterrebbe: venti posti letto di Chirurgia, quindici posti letto di Medicina, venti posti letto in area recupero e riabilitazione (che andrebbero a garantire sostegno economico attivo all'intera struttura) e, cosa principale, il Pronto Soccorso, elemento cardine per garantire un soccorso salva vita a criticità rianimatorie e codici rossi, che sarebbero avviati, dopo stabilizzazione e diagnosi, al DEA di riferimento, o su strada con Centro Mobile di Rianimazione o con elisoccorso previo supporto specialistico.
Visibile a questo link: http://issuu.com/mtinformatica/docs/mozione_salva_padre_pio_/0
     6. Il destino dei pendolari è una piaga a livello nazionale, e il nostro territorio non ne è esente.
Le problematiche, di vario genere, non possono purtroppo essere risolte dai singoli Comuni, ma vanno affrontate in sede Regionale, dove risiede la competenza in materia. Gli Enti Locali possono, e devono, portare le istanze dei propri Cittadini in quella sede, e battersi per ottenere risposte efficaci da Trenitalia e dal CoTraL.
      7. Ci sembra prematuro parlare di elezioni, visto che mancano ancora due anni alle  prossime
            Amministrative. Ci siamo persi qualcosa?


Extra. Domande che ci facciamo da cittadini:


  • Perché il Sindaco e la Giunta continuano a puntare sulla discarica aperta?
  • Perché il Sindaco e la Giunta tacciono sul Mondo di Mezzo, visto quanto sono favorevoli all’ingresso di Bracciano nella Città Metropolitana di Roma?
  • Perché non richiedono un auditing esterno, e invece addirittura ostacolano le trasparenze legali sugli atti comunali?
  • Perché il Sindaco e la Giunta non ammettono il loro fallimento, e continuano unicamente ad alzare le tasse - peraltro ormai al massimo, beffando i cittadini facendo credere che si tagliano lo stipendio, quando è solo pro ope legis dinanzi alla Procura e alla Corte dei Conti?
  • Perché non documentano tutti gl’investimenti fatti coi fondi pubblici stanziati dalla Regione e dalla Provincia, pubblicando le fatture; per esempio per Cupinoro?
  • Perchè la manutenzione edilizia presso le strutture scolastiche è carente, rendendole rischiose ed a volte inutilizzabili per i bambini?

Disqus for Bracciano Movimento 5 Stelle