UA-38565391-1

domenica 13 marzo 2016

Intervista al Lagone

Come è nata ed evoluta la tua candidatura per il Movimento alle amministrative? Che tipo di processo decisionale si è attivato e su quali stimoli? La squadra di governo. Chi e perché?
Per la prima volta a Bracciano dei semplici cittadini slegati da ogni partito, hanno potuto scegliere altri cittadini onesti come propri portavoce nelle istituzioni. Ho ricevuto la mia investitura  attraverso una votazione palese, per alzata di mano, durante una riunione di Cittadini iscritti al Movimento Cinque Stelle. La scelta è stata fatta tra un gruppo di attivisti che avevano dato la loro disponibilità a partecipare alle comunarie.
In questa occasione è stata scelta anche la base della futura squadra di governo, sempre attraverso votazione palese. La scelta è ricaduta su persone che, per storia personale ed esperienza lavorativa, possono apportare competenze specifiche nelle materie chiave dell'amministrazione. Il Movimento è questo: quello che conta è la squadra, non il singolo. L'intelligenza collettiva ed il lavoro di gruppo, valgono molto di più del singolo "genio".
Anche per questo motivo il Movimento non fa alleanze con nessuno: non è possibile inserire in un gruppo che lavora in questo modo, chi non condivide l l'idea di base
State costruendo un piano di futuro possibile governo della cittadina? Su quali direttrici?
L'idea alla base della nostra proposta politica, è quella di un Comune che ascolti i Cittadini e promuova percorsi partecipativi reali e strutturati. Obiettivo di una futura Amministrazione a 5 stelle sarà quello di far vivere i Cittadini in un paese che abbia come priorità il loro benessere, rispettando e accogliendo le loro esigenze. Punti cardine? Il diritto alla casa, alla salute ed alla cultura, lo sviluppo di opportunità economiche, la tutela dell’ambiente e la lotta all’inquinamento, la promozione e la tutela del volontariato e delle associazioni di cittadini. E soprattutto il rispetto in generale per la Cosa Pubblica, visto che i cittadini ne affidano la gestione ai propri rappresentanti eletti, chiedendone la tutela e la valorizzazione. Questo è realizzabile, prima di tutto, attraverso una amministrazione veramente trasparente, che garantisca sicurezza e legalità, e che abbia come primo obiettivo il riordino dell’amministrazione comunale.
A tal fine, stiamo lavorando su un programma di governo  fondato su progetti di ottimizzazione delle risorse e riduzione dei costi dell’amministrazione realmente realizzabili, che non siano solo “proclami elettorali”. Un programma sul quale stiamo collaborando con i nostri concittadini, che esprimono il loro giudizio, i loro suggerimenti ed istanze, affinché sia realmente partecipato e condiviso.
Commissariamento, discarica, economia, servizi al cittadino. Come ottimizzare e come incentivare da un lato e quale futuro ipotizzare dall'altro?
Il Commissario prefettizio, attualmente, sta affrontando il nodo fondamentale del bilancio. In funzione dei risultati del lavoro di accertamento sulla situazione economica del Comune, sarà possibile disegnare con maggiore chiarezza il futuro del territorio. Per ottimizzare le risorse, le linee guida che intendiamo seguire sono incentrate sulla rivisitazione delle procedure amministrative e la riqualificazione e specializzazione professionale del personale amministrativo, per offrire servizi al cittadino migliori a costi minori. Contemporaneamente stiamo mettendo a punto progetti per comprimere i costi meno produttivi.
Il capitolo Cupinoro, purtroppo, è ancora tutto da scrivere e la storia che ne verrà fuori è legata a numerosi fattori ancora incerti: il futuro della B.A., i procedimenti amministrativi e giudiziari ancora pendenti e, non ultima, la sorte dei bandi di gara pubblicati dalla BA stessa. La proposta alternativa che vogliamo portare avanti rispetto alle "soluzioni" da sempre proposte, prevede la valorizzazione dei rifiuti secondo il paradigma delle 8 R, progetto a medio-lungo termine che porterebbe anche una forte ricaduta occupazionale. Nell'immediato, la gestione dei rifiuti poggerebbe sull'approccio "rifiuti zero",  contrapposto alle pratiche che prevedono processi di incenerimento o discarica.
Sanità: che differenza può/vuole comportare la scelta 5Stelle?
La sanità, purtroppo, non dipende direttamente dall'amministrazione locale, anche se il comune di Bracciano è il capofila della ASL RMF3. Già in passato abbiamo lavorato insieme al comune di Civitavecchia (capofila della ASL) e ad alcuni professionisti, presentando una mozione contenente un progetto alternativo sul futuro dell' dell'ospedale P. Pio. La mozione è stata accolta solo in parte impedendo, per il momento, la chiusura allora prospettata dell'ospedale stesso. In futuro, l'amministrazione a 5 stelle continuerà a lavorare in questa direzione, premendo per il potenziamento e l'efficienza  delle strutture sanitarie.

Trasparenza e partecipazione, due concetti molto abusati, mai praticati. Come sarebbero sostanziati da un vostro ipotetico governo?

Nel programma che stiamo elaborando, proponiamo l'introduzione nello Statuto di strumenti di democrazia diretta quali il bilancio partecipato, il referendum abrogativo e deliberativo, la possibilità per i Cittadini, come avviene in Svizzera, di proporre una delibera redatta in articoli, chiedendone la votazione in sede di Consiglio, nonché la creazione di un Ufficio della Trasparenza, presso il quale ogni cittadino può rivolgersi, per avere accesso a qualsiasi documento, chiedendone copia.


Disqus for Bracciano Movimento 5 Stelle