UA-38565391-1

mercoledì 16 ottobre 2013

Dibattito promosso dal radio centro mare per Cupinoro



Rientrati dal dibattito promosso dal radio centro mare, che ringraziamo per lo spazio di approfondimento che ha voluto dedicare alla questione rifiuti, scrivo solo alcune brevi battute che verranno integrate sicurametne domani e tralascio volutamente i discorsi generali che non riguardano direttamente la questione che a nostro avviso doveva essere l'unica da approfondire e capire oggi in tutti i suoi dettagli, ossia il futuro di Cupinoro. La posizione del nostro comitato è sintetizzabile in due punti/richieste: 1. chiusura della discarica di Cupinoro come discarica di rifiuto tal quale al 31.12, 2013; 2. No al progetto VAIRA 1 che prevede la realizzazione di un nuovo invaso da 450.000 mc: Queste due punti dovrebbero essere sicuramente accompagnati dall'impegno dei comuni del bacino di conferimento ad avviare e/o accelerare la raccolta differenziata porta a porta e la riduzione a monte; da un atto formale di consiglio comunale che ponga un veto alla realizzazione di VAIRA 1; da nessuna deroga per il conferimento a Cupinoro del rifiuto tal quale. I sindaci presenti: Paliotta per Ladispoli, Pascucci per Cerveteri, Sala per Bracciano, Bacheca per Santa Marinella nel corso dei loro articolati interventi rispetto esclusivamente alle questioni da noi poste hanno nei fatti espresso un no deciso all'apertura di Cupinoro ai rifiuti di Roma ( a parte le 20.000 t. indicate dal Commissario Sottile), per le volumetrie del VAIRA 1 Sala ha confermato la scelta dei 450.000 mc come scelta di lungo periodo (decennale) e per evitare decreti emergenziali. Riguardo alla volumetria sia Paliotta che Pascucci mi è parso di capire si siano in qualche misura affidati alle valutazioni della B.A.; Bacheca sulla volumetria non pervenuto. Quindi riassumendo sembra proprio che rispetto al VAIRA 1 ci sia la conferma che quell'enorme invaso resti il confine fra le amministrazioni locali e il nostro comitato. Per noi è eccessivamente sovradimensionato (e rifaremo tutti i nostri conti e proiezioni) e se mai sarà autorizzato partiremo con il ricorso al TAR. Per le scelte impiantistiche come siamo favorevoli alla realizzazione di un TMB a recupero di materia saremo in campo per contrastare la realizzazione del biogas da 30.000 t/a a favore della realizzazione di un impianto di compostaggio aerobico. Questo molto brevemente e forse, dato l'orario, confusamente.


Disqus for Bracciano Movimento 5 Stelle