UA-38565391-1

mercoledì 18 dicembre 2013

Il piano per lo sviluppo del turismo di Bracciano

Il piano per lo sviluppo del turismo parte dalla creazione di una identità forte per il territorio, su cui formulare una narrazione complessa (in altre parole: una serie di risposte coerenti ed organiche alla domanda “perché visitare Bracciano”).




Completato il processo di formazione della narrazione può darsi avvio alla fase operativa, da svilupparsi coerentemente alla scelte compiute.
E' importante che il piano per lo sviluppo del turismo sia concepito per operare e funzionare sia a livello comunale che comprensoriale, adottando una struttura modulare che possa valorizzare e incoraggiare la sinergia con le altre amministrazioni del comprensorio per il raggiungimento di obbiettivi comuni, senza sacrificare l'autonomia di azione del Comune di Bracciano, specialmente nel caso i potenziali partner fossero orientati verso altre direttrici di sviluppo.

Le nostre proposte per la formulazione dell'identità partono da due considerazioni generali: 1. la necessità di valorizzare il legame (e la vicinanza) con la capitale, affinché si diffonda la convinzione che un soggiorno a Bracciano sia parte integrante delle vacanze “romane”, nonché la consapevolezza di poter vivere turisticamente Roma stazionando sulle sponde del lago; 2. la convinzione di dover valorizzare principalmente il segmento storico del medioevo, con particolare riferimento al tardo-antico e all'età feudale, affinché questo territorio possa ritagliarsi un ambito storico proprio, distinto e riconoscibile, all'interno di un'area geografica culturalmente imperniata sull'età classica.

Queste le nostre proposte:
1.Lago di Bracciano – Lago (o laghi) di Roma
2.Posillipo (di Roma, di lago, di acqua dolce, di collina)
3.Ducato di Bracciano
4.Terre degli Orsini
5.Via delle acque

1. Lago di Roma è una rilettura positiva di Lago di Bracciano, in quanto aggiunge l'informazione della vicinanza e dell'intensa relazione con Roma, che può spingere il turista interessato all'Urbe ad interessarsi anche di questa zona, comprendendola nel suo soggiorno. Lago di Roma è un'etichetta utile anche ad acquisire maggiore visibilità.
Questa identità, in forma integrata di comprensorio, può svilupprsi nel concetto di Laghi di Roma, estendendo il percorso turistico ai laghi esistenti di Martignano e Monterosi, e a quelli prosciugati, ma ancora suggestivi, di Stracciacappe e Lagusiello (Baccano e Lagomorto), offrendo un panorama lacustre diversificato e storicamente agganciato ai concetti di “Sabatia Stagna” e “Signore dei sette laghi”.

2. Posillipo è un termine che sintetizza concetti come arte, archeologia, storia, piacere di vivere, vacanza, italianità, esprimendoli in un'accezione estremamente positiva. L'utilizzo di questa etichetta è legittimato dal Pausilypon Mattiae Haedonis, la maestosa villa foroclodiense così orgogliosamente battezzata dalla sua proprietaria per esprimere il profondo amore che nutriva per questo territorio, facendone un omaggio tale da restare insuperato nei secoli a venire.
Con il marchio Posillipo di lago o di Roma è possibile raccogliere il patrimonio di reputazione, fama e considerazione di cui gode il Posillipo partenopeo e portarlo a Bracciano, destando altresì stupore e curiosità, fattori che contribuiranno a velocizzare ed estendere il processo di pubblicizzazione.

3. Il Ducato di Bracciano era il cuore di quello Stato nello Stato che tra XVI e XVII sec. era costituito dal Ducato degli Orsini di Bracciano. Riconoscendo il fascino che il medioevo esercita nelle fantasie degli occidentali, nonché l'innegabile immagine feudale del territorio, si rende necessario potenziare l'identità di città ducale.

4. Terre degli Orsini è il marchio comprensoriale che ingloba i paesi che furono soggetti al potere della potente famiglia baronale romana (più Manziana), ed estende a livello sovracomunale il concetto di Ducato di Bracciano. Terre degli Orsini consente di proporre alle borse turistiche un territorio ragionevolmente ampio e variegato organizzandolo in un concetto elegante e coerente, consentendo di organizzare percorsi ed eventi di interesse internazionale: Terre degli Orsini, infatti, è la terra dei sette laghi, dei 6 acquedotti storici (solo i principali), degli innumerevoli castelli, e dei tanti prodotti tipici. In questo senso Ducato di Bracciano è il concetto su cui il Comune di Bracciano può lavorare in autonomia in attesa dell'adesione delle altre amministrazioni.

5. La via delle acque, formulata in ambito comunale, comprende il lago, il Lagomorto, S. Maria della Fiora, le sorgenti di Pisciarelli e gli acquedotti storici di Bracciano, di Ceri e del Traiano-Paolo. A livello comprensoriale abbiamo chilometri di acquedotto Traiano-Paolo, con innumerevoli manufatti, l'acquedotto Alseatino e altri minori, e i laghi di Martignano, Stracciacappe e Lagusiello.
L'acqua è un elemento positivo, abbondante nel territorio, sempre più prezioso ed apprezzato. Per attrarre l'interesse del turismo le varie risorse del territorio vanno cucite assieme in un discorso storico e naturalistico.


I progetti operativi fin qui individuati sono i seguenti:

1. Costituzione di una associazione/consorzio/altro tipo di ente con la partecipazione del Comune e dei privati, con il compito di gestire l'identità del territorio e le azioni e manifestazioni coerenti per la sua valorizzazione. Il bilancio stanziato annualmente dal municipio per il turismo sarà interamente versato nel suddetto ente.
La proposta parte dall'aver riscontrato nel territorio una condivisa consapevolezza della necessità di unire gli operatori turistici del comune per fare sistema. L'intervento del municipio garantirà il superamento della delicata fase di costituzione, avviando un ente che sarà in seguito gestito da un consiglio direttivo formato a maggioranza da privati, nonché un migliore investimento delle esigue risorse che il Comune mette a disposizione annualmente per il turismo, che, unite al capitale privato, potranno finalmente raggiungere quella consistenza per garantire una promozione valida nei circuiti internazionali.

2. Esproprio degli edifici abbandonati del centro storico  e del Borgo Flavio al fine di promuovere la nascita di alberghi diffusi.

3. Produzione di cartellonistica informativa di qualità basata su codici QR, nella cui realizzazione siano coinvolte le associazioni culturali del territorio.

4. Apertura di percorsi storici naturalistici sull'esempio di Archeonatura “Antica Pisciarelli”.


5. Festival dei vegetariani, vegani e fruttariani “Lo Zucchino d'oro”.

Disqus for Bracciano Movimento 5 Stelle