UA-38565391-1

venerdì 23 gennaio 2015

Irregolarità nel Protocollo del Comune di Bracciano?

È notizia recente che la Procura della Repubblica stia indagando su una serie di atti del Comune di Bracciano, dove comparirebbero irregolarità nei numeri di Protocollo.





Ove la Procura accertasse la cosa, si tratterebbe di un reato grave, perseguibile anche a livello penale. Infatti a norma dell’art. 479 del Codice Penale saremmo di fronte ad un caso di di “falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici” il che, in soldoni significa che il pubblico ufficiale, ricevendo o formando un atto, ha attestato una verità falsa: di aver fatta una cosa senza averla mai fatta, di aver ricevuto dichiarazioni a lui mai rese, o che le abbia taciute, o che le abbia alterate.

Poiché in un ufficio, il Protocollo scandisce i tempi dell’azione amministrativa, qualora il Protocollo del Comune di Bracciano non dovesse più far fede, tutta la macchina amministrativa diventerebbe inutile, insinuando nei cittadini dubbi sulla buona fede degli atti depositati e, conseguentemente , la convinzione che la documentazione, sia essa prodotta richiesta o altro, abbia valore zero.

In attesa che le autorità accertino definitivamente la verità, esprimiamo la nostra solidarietà ai dipendenti del Comune - o ex tali, come la signora Antonella Paciotti, la quale ha coraggiosamente denunciate le presunte irregolarità del Protocollo.


Se un giorno i Cittadini vedranno alla fine fatta chiarezza su una tema così importante, non sarà infatti per un caso, ma solo grazie a quanti si sono spesi con generosità e senso del dovere civile.

Cittadini di Bracciano in Movimento





























Disqus for Bracciano Movimento 5 Stelle