UA-38565391-1

domenica 22 marzo 2015

PETIZIONE POPOLARE: RICHIESTA DI DIMISSIONI DEL SINDACO DI BRACCIANO E SUA GIUNTA



RICHIESTA DI DIMISSIONI DEL SINDACO DI BRACCIANO E SUA GIUNTA

Prefettura,Comune,Regione e pc Corte dei Conti
Attenzione: chi volesse evitare di esporsi nominativamente può togliere la spunta all'opzione "Mostra la mia firma su Change.org" Per parte nostra garantiremo l'anonimato dei firmatari.
Manifestare al Sindaco di Bracciano ed alla Giunta che buona parte della cittadinanza non è più disposta a farsi ignorare, non è più disposta a farsi amministrare da chi non ha  più a cuore gli interessi primari dei suoi cittadini, a cominciare da salute e benessere..
UN SINDACO DEVE SAPER ASCOLTARE LA CITTADINANZA saper attentamente valutare tutti gli aspetti dei problemi con piena cognizione, scegliendo solo in seguito ad un approfondita analisi, valutando al meglio i pro ed i contro di ogni eventuale decisione che verrà presa facendosi pienamente carico di ogni tipo di responsabilità, prima tra tutte quella conseguente al giudizio dei suoi concittadini.
Il SINDACO DI BRACCIANO SALA E LA SUA GIUNTA da ormai troppo tempo hanno tolto la serenità a gran parte della cittadinanza seriamente preoccupata per il futuro dei propri figli, del proprio territorio  e del proprio futuro; tuttavia sono gli ultimi eventi che giustificano la sfiducia verso il Sindaco.
Il primo consiste nel fatto che pur essendosi tutti dichiarati favorevoli all'applicazione di un codice etico, ad oggi tale codice è stato affossato cambiando una miriade di volte gli uomini di maggioranza e di giunta. Il secondo, è l’incapacità di risolvere i problemi che attanagliano Bracciano come acqua, raccolta differenziata, turismo, rifiuti, ambiente, sanità e disoccupazione.
I firmatari vorrebbero perci' conoscere con chiarezza i motivi che spingono l'attuale Sindaco di Bracciano all'inazione, all'inattività, all'inoperosità.

Vogliono inoltre capire perché:
6)aver – mediante un impiego poco prudente e forse troppo disinvolto della spesa pubblica – indebitato ( sino ai limiti di un default finanziario ) non solo il Comune ma trascinando nel baratro amministrativo anche la società partecipata “Bracciano Ambiente” leggi a riguardo le vicende legate alFondo Post-Mortem di Cupinoro .
9)essersi disinteressato della salute dei cittadini, omettendo di approntare ( come pure aveva promesso pubblicamente ) tutte le misure necessarie al fine di permettere la rimozione del sito dei rifiuti e dei tanti siti di amianto che infestano il territorio comunale; 
10)essere rimasto sordo – con un atteggiamento immotivatamente ostile nei confronti di una parte della comunità – rispetto ai bisogni e alle istanze dei cittadini che risiedono e che lavorano all'interno  del Centro Storico, determinando,  la chiusura di molti esercizi commerciali ed artigiani; 
12) aver favorito la costruzione e successiva apertura di ben due centri commerciali oltre ad una dozzina di supermercati in balia dell’attuale crisi economica; 
17)Aver aumentato la TARI  del 60% SENZA motivazioni valide; 

                                     #DenariDistrattiBracciano

Tutto ciò perché in una comunità di cittadini matura e consapevole, le scelte che cambiano il destino dei suoi abitanti non può assolutamente prescindere da valutazioni approfondite e condivise senza spazio alcuno per opinioni aprioristiche e superficiali. 
I danni che si è tentato succintamente di esporre sono stati ormai prodotti irreversibilmente dalla gestione dell'attuale giunta e la scarsa sensibilità dimostrata dai politici ed amministratori locali ai problemi connessi alla salute dei cittadini, al territorio, al paesaggio all'ambiente in genere ed al benessere dei cittadini ha prodotto la sfiducia dei residenti nei loro confronti.

Chi ritiene che in ultima analisi vada sempre collocato al primo posto il cittadino come dall'Art. 2 della Costituzione Italiana "La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità,
Chi richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale" da chi gestisce i suoi interessi primari e che debbano essere per lo meno ascoltate le sue istanze;
Chi ritiene di dover riacquistare quella serenità che si è persa , partecipi con noi a questa sottoscrizione.

Statuto Comunale: ART.13. Diritto di petizione e di azione giudiziaria
ART.14 Statuto Comunale: Diritto d'iniziativa Popolare 
Richiesta di iniziativa Consiliare: ART.34. Mozione di sfiducia 
Art. 52 del D.Lgs. 267/2000

CHIEDONO

alla S.V. la convocazione, entro i termini previsti dalla legge, del Consiglio Comunale al fine di mettere in discussione e deliberare la superiore mozione di sfiducia come da art. 34 dello statuto comunale (costituente la risoluzione da sottoporre all'approvazione del Consiglio Comunale stesso, alla Prefettura di Roma e alla Regione Lazio), così riassumibile:
Con la presente invitiamo i Consiglieri Comunali di maggioranza ad assumersi le proprie responsabilità, al fine di recuperare la propria autonomia decisionale nel rispetto della propria dignità e del mandato elettorale ricevuto.

“ Vista la mozione di sfiducia pervenuta al protocollo dell’Ente n. ______ del _______ da parte dei Consiglieri Comunali  e dai Cittadini di Bracciano ___________ ; sentiti gli interventi ________________ con voti _____________ il Consiglio Comunale delibera di approvare la mozione di sfiducia al Sindaco e alla sua Giunta, con ogni consequenziale effetto di legge ” ).
 <<<<<<<<<Garantito Anonimato delle Firme protezione della Privacy>>>>>>>>>>>>
Con Osservanza

I Cittadini di Bracciano



Disqus for Bracciano Movimento 5 Stelle