UA-38565391-1

giovedì 7 gennaio 2016

Le falsità e il leggero sentore della calunnia sulle primarie del Meetup di Bracciano

Questa è la storia:  sin dai primi giorni del mese di Dicembre 2015, in diverse occasioni , tramite social network come Facebook, Blogger e all’evento dell’inaugurazione dell’Info Point, furono pubblicizzate le comunarie “primarie”, senza nascondere nulla alla cittadinanza.



                                               ++++++Attenzione++++++
Per utilizzare in modo corretto questa dichiarazione stampa, è opportuno cliccare tutte le parole "SOTTOLINEATE" per verificare i link documentati.

http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/bracciano/ ed in particolare il  giorno 12/12/2015 in occasione dell’inaugurazione dell’Info-point di Bracciano 5S avevamo annunciato che  nel più breve tempo possibile si sarebbero svolte le Primarie per la scelta del candidato Sindaco e la contemporanea creazione delle liste in vista delle prossime elezioni amministrative   In tal modo abbiamo sensibilizzato gli iscritti e  gli attivisti che maggiormente nei mesi ed anni passati si erano spesi in azioni che si erano rese necessarie per affrontare i numerosi problemi dei quali   la cittadinanza. .è stata vittima.

Successivamente,nel pieno rispetto delle regole,abbiamo provveduto a  pubblicare :  l'evento nel Blog.


*con e-mail inviata agli iscritti




(con anticipo di 25 ore ), il 19/12/2015 sono stati resi noti : il giorno, l’ora ed il luogo dell’evento, che poi si è svolto regolarmente il 20/12/2015 con ampia partecipazione degli interessati aventi diritto.

Il giorno 20 Dicembre 2015, alle ore 14:00, presso il Business Center in Via dei lecci n. 67, Bracciano (RM) a porte aperte, con bandiera del Movimento esposta fronte strada.

Sono intervenuti 50 Cittadini, di cui 41 aventi diritto al voto essendo certificati al Blog  http://www.beppegrillo.it/movimento e gli altri 9 sono rimasti come pubblico.

Per l'accesso alle operazioni di voto, abbiamo chiesto opportunamente la stampa del proprio profilo così come appare sul blog di Beppe Grillo, e verificato l'iscrizione al Meetup online dove alcuni degli intervenuti hanno provveduto ad iscriversi prima dell'inizio delle operazioni di voto, rispettando così la richiesta del gruppo. 

Alle votazioni del capolista sono intervenuti 41 aventi diritto al voto, utilizzando come domanda iniziale rivolta verso l'aula fatta dal conduttore elettorale: 
                           "Chi vorreste voi come candito capolista?"  
Questa nota con voto palese contraddistingue la democrazia del Movimento 5 stelle, dove è da sempre a favore, per evitarne gli inciuci.
Prosegue la partecipazione alle primarie per la scelta dei successivi candidati, che a differenza dei partiti, decidono sempre i cittadini.
 "Nelle successive votazioni dei consiglieri che si sono proposti in lista, erano presenti 35 cittadini aventi diritto al voto, mentre in 6 si sono allontanati spontaneamente."


"Le decisioni sono assunte a maggioranza dei votanti.
Le votazioni sono valide indipendentemente dal numero dei votanti, salvo che per le votazioni su modifiche al regolamento od al programma, argomenti per i quali è richiesta la partecipazione al voto di almeno un terzo degli iscritti. Nel caso partecipi alla votazione un numero inferiore di iscritti, la votazione può essere ripetuta, a richiesta del capo politico del MoVimento 5 Stelle o di almeno il 20% degli iscritti, mediante la procedura prevista nel link: www.beppegrillo.it/movimento/regolamento/8.html. In quest'ultimo caso la votazione è valida indipendentemente dal numero dei votanti." SINO A QUI I FATTI COME SI SONO SVOLTI". 
A questo punto se il nostro imperterrito seminatore di calunnie  pensa che peessere del M5S basta essere votati o candidarsi, commette un grave errore:: il M5S bisogna viverlo anche quando la luce e' spenta anche quando sei da solo anche quando nessuno ti vede!
I partecipanti sono coloro che partecipano, non coloro che sono iscritti, tuttavia chi partecipa alle riunioni ed è attivo sul territorio, anche a livello sociale, è attivamente parte del Movimento. Chi si limita a scorrere le pagine Facebook, limitandosi a condividere articoli e piccoli interventi scritti, è al massimo un simpatizzante, ch iinvece  pur essendo iscritto si limita a criticare il M5S sottolineandone i presunti errori come lo vogliamo definire?

  • - in realtà, anche i nostri detrattori hanno ricevute risposte: ma è stato del tutto inutile, evidentemente per costoro il cavallo bianco di Napoleone è nero ;vedi regole del blog del Movimento Cinque Stelle a maggior chiarimento di seguito trascritte:
  • Non sono ammesse persone che sono tesserate con partiti e non dovrà avere assolto in precedenza più di un mandato elettorale, a livello centrale o locale, a prescindere dalla circoscrizione nella quale presenta la propria candidatura; 
  • Ogni candidato non dovrà avere riportato sentenze di condanna in sede penale, anche non definitive;
  •  Sono da evitare persone che fanno parte di famiglie storiche che hanno legami ad interessi personali o compromessi di altro genere, ma siccome i nostri detrattori sono mancanti d’informazioni e privi di acume, si sono accaniti e non hanno capito il senso del cambiamento che contraddistingue il MoVimento 5 stelle;
  • Ogni candidato dovrà risiedere nella circoscrizione del Comune per il quale intende avanzare la propria candidatura. Per le elezioni comunali dei capoluoghi di provincia, i candidati potranno risiedere in uno dei comuni appartenenti a quella provincia, ad eccezione del capolista;
  • Il MoVimento 5 Stelle è una libera associazione di cittadini. Non è un partito politico nè si intende che lo diventi in futuro. Non ideologie di sinistra o di destra, ma idee. Vuole realizzare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico al di fuori di legami associativi e partitici e senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi, riconoscendo alla totalità dei cittadini il ruolo di governo ed indirizzo normalmente attribuito a pochi;

Spargere fango sul M5S? È inutile!

Vi fa perdere tempo, sonno e salute. Non vi crede più nessuno.
#PoliticantiStateSereni : è la Democrazia che ve lo chiede, la Legalità, e soprattutto l'Onestà. La politica non può essere un lavoro, ma deve tornare ad essere una vocazione volontaria a breve periodo. Massimo due mandati, niente inciuci, intrallazzi o infiltrazioni di politicanti; e sopratutto restituire la cosa pubblica al cittadino, legittimo proprietario perché unico contribuente.

Tutte le pagine o account di facebook che spargono falsità nel tentativo di infangare il Movimento 5S, hanno un unico denominatore:amicizie in comune con politicanti di sinistra e destra, tutti uniti contro il cambiamento che sconvolgerebbe gli equilibri esistenti.

Ma di che cosa avete paura? Della VERITA'  o  dell'ONESTA' ?

Prima Falsità che ha fatto il giro del web e del paese, ecco la smentita.  Controllate i membri del Meetup, inoltre è stato sconfessato dalla persona citata. 

Seconda Falsità che ha fatto il giro del web, del paese e delle testate giornalistiche on line:

Account falsi di amicizie in comune con politicanti di sinistra e destra,

 Primo blog piddino, primo Politicante braccianese,secondo Politicante braccianese, Pagina piddina braccianese,

Secondo blog piddino e addirittura nazionale, dopo di lui c'è solo l'Unità.

Ora delle domande sorgono spontanee, siete davvero sicuri di conoscere le modalità del Movimento 5 stelle?
Spargere calunnie cercando di sporcare l'operato del Movimento, serve a qualcuno? Non sarà il caso che guardate dentro casa vostra è riflettete su cosa vi è accaduto e vi accadrà?
Ma con quale coraggio vi presenterete alle prossime elezioni amministrative proponendo alla cittadinanza quelle stesse persone appartenenti a quelle stesse famiglie legate da vincoli di parentela, ed affari di ogni genere, le quali, hanno procurato danni irreparabili alla città negli ultimi vent'anni............

"Gabrielli scioglie il comune di Bracciano. E’ scandalo appalti"

 Diritti della persona che l’ordinamento tutela attraverso la previsione di reati come l’ingiuria (art. 594 c.p.) e la diffamazione (art. 595 c.p.) e , nel conflitto tra manifestazione del pensiero e diritto inviolabile, è sempre quest’ultimo a prevalere.
-diritto di cronaca, quest’ultima si configura correttamente soltanto quando vi  concorrono i seguenti tre requisiti: a) la verità dei fatti (oggettiva o “putativa”); b) l’interesse pubblico alla notizia; c) la continenza formale, ossia la corretta e civile esposizione dei fatti.
-In assenza anche di uno solo di questi requisiti, il diritto inviolabile risorge in tutta la sua pienezza, rendendo illecita la manifestazione di pensiero.

Disqus for Bracciano Movimento 5 Stelle