UA-38565391-1

venerdì 3 gennaio 2014

Il Movimento 5 Stelle non si può tuffare in questa battaglia nel fango

Da un paio di giorni penso a come è triste un paese che, grazie ai media complici e asserviti, si blocca su una montagna di fuffa. Si blocca sulla politica vista come un tavolo da poker. Dove vince chi la spara più grossa. “1 milione di posti di lavoro”, “ NO! 2 milioni!”. Il Movimento 5 Stelle non si può tuffare in questa battaglia nel fango. Voglio fare un appello ai piddini, vi prego! siate responsabili, basta cercare alibi. Il paese sta morendo. Iniziamo a mettere in calendario le proposte che servono al paese. E non fa niente se le ha proposte il Movimento 5 Stelle e non il PD. Andiamo oltre! A quando l’abolizione dell’IRAP? A quando il reddito di cittadinanza? A quando il taglio dello stipendio dei parlamentari? A quando il taglio delle pensioni d’oro e aumento delle pensioni minime? Quando parliamo di nazionalizzare Monte dei Paschi di Siena? Quando parliamo un po’ dei problemi della gente e non di quelli del PD? Fateci caso, da quando il 6 dicembre 2010 Matteo Renzi è andato in pellegrinaggio ad Arcore nella villa di Silvio Berlusconi, qualsiasi cosa dica il sindaco più assenteista d’Italia viene sparata per almeno un giorno intero tra tv, radio e giornali. Chissà se lo avesse fatto anche Civati o Cuperlo a suo tempo, magari oggi ci sarebbe un altro segretario del PDex-menoL. Magari uno di sinistra.Ancora una volta, il condannato in primo grado per danno erariale tira fuori un’idea fuffa dal cilindro. Dopo la “ scoreggina” dei rimborsi elettorali ora il bis. In particolare ho sentito che Renzi, detto carinamente “il vuoto che avanza”, avrebbe proposto alleanza su punti programmatici con il Movimento 5 Stelle. Con il Movimento 5 Stelle fuori dal governo sia chiaro. Ma dove l’abbiamo già sentita questa? Su sforziamoci…mmm…Ma si! Dal perdente dei perdenti, il politicamente scomparso Pierluigi Bersani. Sarà che oggi in giro c’è aria di saldi, ma questa idea non è scontata, direi proprio che è di seconda mano. E quali sarebbero questi punti? Il no al programma F-35? I tuoi parlamentari hanno già rifiutato. Recuperare 98 miliardi di evasione dalla slot? I tuoi parlamentari hanno detto NO. Il ritorno alla vecchia legge elettorale costituzionale e elezioni immediate? I tuoi parlamentari hanno detto NO anche a quello perché la poltrona è comoda (Letta incluso).Poi ho letto una timida dichiarazione sullo sforare il 3% del patto di stabilità. Ma insomma all’ipocrisia non c’è mai fine. Il PD è rimasto l’unico partito che in ogni atto, in ogni azione è totalmente supino alla Merkel. Almeno sull’europa fatevi una cortesia: tacete. Non fatevi autogol. Lo dico per voi. Se non ci avete capito niente, state zitti e studiate.Noi siamo in parlamento da 9 mesi, leggiamo i provvedimenti e studiamo. Studiamo. Cerchiamo di fare proposte serie. Dal PD non si è visto ancora niente. Abolizione finanziamenti ai partiti : solo legge truffa, abolizione province : solo legge truffa, insomma nulla di nuovo. Io sono giovane, ma ho già visto tanti segretari del PD morire della stessa malattia: ipocrita incoerenza . Loro dicono una cosa e il partito, in parlamento, dove conta ( e non in tv e sui giornali) ne fa un’altra. “Aboliamo il senato, anzi no, trasformiamolo nella camera delle regioni!” . Non è questo ciò che risolverà i problemi del paese. Nelle istituzioni, negli enti pubblici dobbiamo metterci persone oneste! E le persone oneste sono quelle che non vivono di politica e non guadagnano con la politica, ma la vivono come servizio civile al proprio paese.Oggi chi governa ha la responsabilità di dover ascoltare i cittadini. Di dare risposte. Nero su bianco (e non in tv e sui giornali). Non possiamo aspettare più niente e nessuno. Non esistono salvatori della patria. Per rimediare ai disastri che avete fatto dobbiamo cominciare a governare da subito. Andiamo ad elezioni. Per il bene del paese.

Da un paio di giorni penso a come è triste un paese che, grazie ai media complici e asserviti, si blocca su una montagna di fuffa.
Si blocca sulla politica vista come un tavolo da poker. Dove vince chi la spara più grossa. “1 milione di posti di lavoro”, “ NO! 2 milioni!”.

Il Movimento 5 Stelle non si può tuffare in questa battaglia nel fango. Voglio fare un appello ai piddini, vi prego! siate responsabili, basta cercare alibi. Il paese sta morendo.

Iniziamo a mettere in calendario le proposte che servono al paese. E non fa niente se le ha proposte il Movimento 5 Stelle e non il PD. Andiamo oltre! A quando l’abolizione dell’IRAP? A quando il reddito di cittadinanza? A quando il taglio dello stipendio dei parlamentari? A quando il taglio delle pensioni d’oro e aumento delle pensioni minime? Quando parliamo di nazionalizzare Monte dei Paschi di Siena? Quando parliamo un po’ dei problemi della gente e non di quelli del PD?

Fateci caso, da quando il 6 dicembre 2010 Matteo Renzi è andato in pellegrinaggio ad Arcore nella villa di Silvio Berlusconi, qualsiasi cosa dica il sindaco più assenteista d’Italia viene sparata per almeno un giorno intero tra tv, radio e giornali. Chissà se lo avesse fatto anche Civati o Cuperlo a suo tempo, magari oggi ci sarebbe un altro segretario del PDex-menoL. Magari uno di sinistra.

Ancora una volta, il condannato in primo grado per danno erariale tira fuori un’idea fuffa dal cilindro.
Dopo la “ scoreggina” dei rimborsi elettorali ora il bis. In particolare ho sentito che Renzi, detto carinamente “il vuoto che avanza”, avrebbe proposto alleanza su punti programmatici con il Movimento 5 Stelle. Con il Movimento 5 Stelle fuori dal governo sia chiaro. Ma dove l’abbiamo già sentita questa? Su sforziamoci…mmm…Ma si! Dal perdente dei perdenti, il politicamente scomparso Pierluigi Bersani. Sarà che oggi in giro c’è aria di saldi, ma questa idea non è scontata, direi proprio che è di seconda mano.

E quali sarebbero questi punti? Il no al programma F-35? I tuoi parlamentari hanno già rifiutato. Recuperare 98 miliardi di evasione dalla slot? I tuoi parlamentari hanno detto NO. Il ritorno alla vecchia legge elettorale costituzionale e elezioni immediate? I tuoi parlamentari hanno detto NO anche a quello perché la poltrona è comoda (Letta incluso).

Poi ho letto una timida dichiarazione sullo sforare il 3% del patto di stabilità. Ma insomma all’ipocrisia non c’è mai fine. Il PD è rimasto l’unico partito che in ogni atto, in ogni azione è totalmente supino alla Merkel. Almeno sull’europa fatevi una cortesia: tacete. Non fatevi autogol. Lo dico per voi. Se non ci avete capito niente, state zitti e studiate.

Noi siamo in parlamento da 9 mesi, leggiamo i provvedimenti e studiamo. Studiamo. Cerchiamo di fare proposte serie. Dal PD non si è visto ancora niente. Abolizione finanziamenti ai partiti : solo legge truffa, abolizione province : solo legge truffa, insomma nulla di nuovo.

Io sono giovane, ma ho già visto tanti segretari del PD morire della stessa malattia: ipocrita incoerenza . Loro dicono una cosa e il partito, in parlamento, dove conta ( e non in tv e sui giornali) ne fa un’altra.
“Aboliamo il senato, anzi no, trasformiamolo nella camera delle regioni!” . Non è questo ciò che risolverà i problemi del paese. Nelle istituzioni, negli enti pubblici dobbiamo metterci persone oneste! E le persone oneste sono quelle che non vivono di politica e non guadagnano con la politica, ma la vivono come servizio civile al proprio paese.

Oggi chi governa ha la responsabilità di dover ascoltare i cittadini. Di dare risposte. Nero su bianco (e non in tv e sui giornali).
Non possiamo aspettare più niente e nessuno. Non esistono salvatori della patria. Per rimediare ai disastri che avete fatto dobbiamo cominciare a governare da subito. Andiamo ad elezioni. Per il bene del paese.
Carlo Sibilia

Disqus for Bracciano Movimento 5 Stelle