UA-38565391-1

venerdì 9 ottobre 2015

Mafia non solo Capitale



Oggi raccontiamo un’altra storia.

Una storia interessante, ambientata in un mondo che, grazie all'inchiesta Mafia Capitale, inizia a non essere più un mondo di mezzo illuminato da una luce grigia, ma una terra sotto la luce del sole e sotto la lente della magistratura.
La Terra di mezzo (con tante scuse a J.R.R.Tolkien, per aver usurpato la sua creazione) ha le sue regole, i suoi commerci, ed i suoi affari. Due dei tanti, redditizi però, sono quelli legati alla sanità ed ai servizi sociali.
Purtroppo ogni nobile iniziativa, quando inizia ad essere irrorata di soldi pubblici, rischia di perdere ogni nobiltà, e ad assumere le stesse ombre e la stessa luce della Terra di Mezzo.
Sì, perché Mafia Capitale non è solo della Capitale ma è un sistema ben preciso e, come tale, si può replicare e ripetere ovunque.
Cominciamo con un breve preambolo: a Marzo 2014 con una comunicazione interna tra il Responsabile del Sistema Informativo ed il Segretario Generale, il Comune di Bracciano aveva certificato l'irregolarità della protocollazione di ben 917 atti nel quinquennio 2009-2013. Link:http://www.baraondanews.it/c/83934/13174/bracciano---1-anno-e-8-mesi-di-reclusione-per-il-capo-area-amministrativa-del-comune---.html

Sanità
Ricordate la farmacia Comunale di Bracciano? Sì, proprio quella che fu venduta tempo fa, in terza assegnazione, dopo due gare andate deserte.
Proviamo un po’ a vedere la sequenza degli atti che hanno portato a questa vendita.
Questa è la sequenza degli atti, così come risulta dall’Albo Pretorio del Comune di Bracciano:

pag-885:
Num Registro 642 09/04/2013 num atto ?
Bando d'asta pubblica a termini abbreviati per la cessione della titolarita' della farmacia comunale sita in via delle Palme - II esperimento di gara
E il numero atto?
pag-746:
Num 830 23-04-2013 num atto 228
ASTA PUBBLICA PER LA CESSIONE DELLA TITOLARITA' DELLA FARMACIA COMUNALE DI VIA DELLE PALME - NOMINA COMMISSIONE DI GARA.
pag- 745:
Num 832 26-04-2013 num atto 238
ASTA PUBBLICA PER LA CESSIONE DELLA TITOLARITA' DELLA FARMACIA COMUNALE DI VIA DELLE PALME - 3° ESPERIMENTO DI GARA - DIRETTIVA.
pag-739:
Num 839 29-4-2013 num atto ?
III^ esperimento dell'asta pubblica per la cessione della titolarita' della Farmacia Comunale di Via delle Palme
E il numero atto?
pag- 589:
Num 1047 09-05-2013 num atto 261
ASTA PUBBLICA PER LA CESSIONE DELLA TITOLARITA' DELLA FARMACIA COMUNALE DI VIA DELLE PALME - NOMINA COMMISSIONE DI GARA PER III^ ESPERIMENTO DI GARA.
pag- 446:
Num 1291 31-05-13 num atto 1138
CESSIONE TITOLARITA' FARMACIA COMUNALE VIA DELLE PALME - PRESA ATTO VERBALE DI AGGIUDICAZIONE PROVVISORIA CON ESERCIZIO DIRITTO DI PRELAZIONE - AGGIUDICAZIONE DEFINITIVA

é facile trovare i numeri di Atto mancanti, basta andare nell'archivio dell'Albo Pretorio in questo link: http://www.halleyweb.com/c058013/images/Documenti/Storico%20Albo%20anni%202011%20-%202012%20-%202013.pdf

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Una volta che vi siete trovati lì, usate la ricerca, digitando con la tastiera i tasti Ctrl+F contemporaneamente, un volta aperto il rettangolo del motore di ricerca,
 digitate i numeri ad es. 839  --------->

scorrete con le freccette su o giù del motore, finché non trovate l'atto della farmacia con il numero evidenziato:



Questa procedura può essere usata per qualunque atto, in qualsiasi Comune

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Vista la dichiarata mancanza di veridicità del protocollo del Comune, quale fede possono avere tali atti, tanto più se non numerati?
Nel Vademecum Online (www.funzionepubblica.gov.it) contenente le linee guida per i siti web della Pubblica Amministrazione, leggiamo che:

“Tutti i documenti inseriti devono essere numerati in ordine cronologico in base alla data e l’ora di inserimento nell'albo proprio. Il numero progressivo, univoco per anno, deve essere generato in automatico dal sistema e deve essere immodificabile.”
E ancora:
“I documenti che entrano nella fase di pubblicazione non devono essere più modificabili da nessun soggetto. Deve essere fatta salva la sola possibilità di annullamento del documento, che deve rimanere comunque in pubblicazione per il periodo indicato, ma deve riportare chiaramente e ben visibile la dicitura che è stato annullato dal Responsabile del procedimento di pubblicazione o dal Responsabile del procedimento che ha generato l’atto. I documenti annullati devono rimanere conteggiati nel Repertorio di pubblicazione con l’indicazione dello stato di documento annullato.”

Alla gara per l’acquisizione della Farmacia Comunale parteciparono un privato e l’ex dipendente della Farmacia stessa. Alla fine la gara è stata aggiudicata in via definitiva all’ex dipendente, con il 20% di sconto previsto dalla legge. Resta una domanda: chi sarà arrivato prima, nel pieno rispetto dei termini, visto che il protocollo Comunale non gode più di fede pubblica, e mancano due numeri atti?
Tutto regolare, oppure carta vince e carta perde?

Ed ora parliamo del sociale, un altro grosso affare.
Il 9 ottobre viene pubblicato on line, un atto della Guardia di Finanza, Compagnia di Civitavecchia (OGGETTO: Procedimento Penale nr. 2269/13 R.G.N.R. – Esito indagini).
Tra le pagine del documento spunta la “GARANZIA GIOVANI”, progetto della Regione Lazio che include il Centro Per l’Impiego di Bracciano. Nella nota troviamo quanto segue:

“Rientra nel piano europeo verso le opportunità lavorative e si avvale del Fondo Sociale
Europeo nei confronti del quale le aziende, tramite le Regioni, possono beneficiare di varie
agevolazioni. Per la REGIONE LAZIO, si tratterebbe di un investimento di 137 milioni di euro
per garantire ai giovani un percorso di formazione o di lavoro. Principali riferimenti sul
territorio per l’inserimento al programma, quindi iscrizione, colloquio e quant’altro, sono i
Centri per l’Impiego (CPI); in particolare, apposita ricerca sul web, ha evidenziato che i tre
distinti CPI di Bracciano, Cerveteri e Civitavecchia, hanno quale responsabile Enrico
CARICATERRA, di cui a successiva nota.”

Andando avanti nella lettura dell’atto, si legge che il signor Enrico, è in contatto diretto con il signor Luigi Valà, che compare numerose volte nelle 108 pagine di relazione. Tra i vari passaggi intercettati dalle Fiamme Gialle, uno in particolare colpisce  per l’assonanza con le conversazioni tra Buzzi e Carminati:

“…. mi ci ha messo in contatto, perché siccome noi abbiamo.. la REGIONE ci ha approvato questa convenzione con.. per il rinnovo di (inc/le).. allora ci ha detto: questa ragazza perché non la prendete?!”.

Un progetto nato con l’intento di fornire opportunità di lavoro a quel  40% di giovani oggi disoccupati, finisce per diventare oggetto di scambio di favori (tra parenti, amici e conoscenti di politici ed imprenditori), di manipolazione degli appalti e di gestione arbitraria e privatistica di pochi.
Inoltre, poiché molti fondi destinati al sociale non hanno un vincolo sui destinatari finali, ma vengono acquisiti dai comuni capofila che poi li suddividono “secondo le esigenze e le priorità”, sono diventati anch’essi  territorio degli abitanti della Terra di Mezzo che, attraverso associazioni, cooperative, appalti,  aste, finiscono per entrare in quello che dovrebbe essere un mondo virtuoso.

Cosa significa tutto questo? Ce lo dice sempre la G.d.F.: “….il ricorso sistematico alle procedure di somma urgenza, ingiustificate nella maggioranza dei casi; al frazionamento degli appalti per evitare di bandire una gara e procedere così ad affidamenti diretti; alla proroga di contratti, generalmente giustificata con la necessità di non interrompere un servizio pubblico essenziale, ma evidentemente utilizzata per perpetuare l’affidamento nei confronti della cooperativa di gradimento.”


Cittadini di Bracciano in Movimento

Disqus for Bracciano Movimento 5 Stelle