UA-38565391-1

lunedì 2 novembre 2015

Consorzio farmaceutico intercomunale CO.I.FA.L. Bracciano "ATTO TERZO"

Una circostanza davvero fortunata, quest'ultima, per una società costituita immediatamente dopo la pubblicazione di un bando e vincerlo.
di Ivan Galea
Bracciano (RM) - Costituirsi immediatamente dopo la pubblicazione di un bando e vincerlo: questo in sintesi quanto avvenuto con l’aggiudicazione del bando relativo la scelta del socio privato per la gestione delle farmacie di tre comuni del Lazio.
Scelta l’impresa privata che acquisirà l'80% di Laziofarma-Farmacie Pubbliche Laziale SpA., società a capitale misto, che si occuperà della gestione delle Farmacie nella titolarità dei Comuni aderenti in ogni tempo al Consorzio Coifal. Ad oggi quindi Laziofarma gestirà le farmacie comunali dei Comuni di Bracciano, Gaeta e Castel Madama che attualmente compongono il consorzio Coifal che a sua volta detiene la titolarità del 20% della società Laziofarma.

La presa d’atto dell’aggiudicazione definitiva va alla Servizi Farmaceutici Integrati Srl, società costituita solo lo scorso 9 Luglio 2015 ed iscritta al registro imprese il 20 Luglio 2015,
 con sede legale a Spigno Saturnia in provincia di Latina presso il box 45 del Centro Leonardo SS630 Formia Cassino Km 28.400 snc. che si presenta con un capitale sociale di 40mila euro e che vede Franco Vendittoli ricoprire la carica di Amministratore Unico. La Servizi Farmaceutici Integrati Srl a sua volta è controllata dalla società Mages Srl che ne detiene il 100% delle quote.

La società Mages Srl costituita l'11 Maggio 2004 ed iscritta al registro imprese il 7 Giugno 2004, con sede legale a Caserta in via Roma 63, controlla quindi il 100% della società Servizi Farmaceutici Integrati Srl che a sua volta detiene l'80% della partecipazione in Farmacie Pubbliche Laziale SpA insieme al Consorzio Coifal, attualmente composto dai Comuni di Bracciano, Gaeta e Castel Madama, che detiene il restante 20% di partecipazione.

Mages Srl si presenta con un capitale sociale di 12mila euro di proprietà dei soci Franco Vendittoli (50%), domiciliato in provincia di Caserta, per 6mila euro e Massimo Cox (50%), domiciliato in provincia di Caserta, per ulteriori 6mila euro. Quest'ultimo ricopre la carica, dall'aprile del 2012 anche di Amministratore Unico.
Inoltre Massimo Cox è presente nella compagine sociale della  MADDALENA COSTRUZIONI S.R.L. con la proprietà del 51% delle quote, della COMPAGNIA EUROPEA SMALTIMENTO FARMACI S.R.L. con la proprietà del 5% delle quote e della FARM.DEL MARE S.R.L. IN LIQUIDAZIONE con la proprietà del 5% delle quote.

"Non sarà che di mezzo c’è l'interesse di un ex politico, futuro comune cittadino, il quale continua a prodigarsi affinché sia completata l'opera fortemente da lui voluta? - Commentano attraverso una nota dal Comitato Cittadini di Bracciano in Movimento - Forse - prosegue la nota - l'incarico politico prestigioso a cui punta, è quello di “Primario” delle farmacie comunali riunite e servizi vari? A pensar male… staremo a vedere."

Scelto il socio per le farmacie pubbliche di Bracciano, Gaeta, e Castel Madama
Qualcuno dell'Amministrazione vi ha fatto sapere nulla? Lo start up del consorziato era totalmente pubblico, quindi costituito con i denari dei cittadini, ma come sempre la trasparenza non è di casa, e i nostri politici possono fare di tutto.
Siamo ancora in attesa di sapere se ci sarà un Consiglio Comunale aperto, anziché  leggere l'assessore Rinaldo Borzetti che punta il dito sui Revisori dei Conti o che sfida noi cittadini, esterni allo scranno politico e che non abbiamo modo di accedere ad atti non pubblici, a “prendere un caffè al bar”. Su questo tema, infatti, arrivano segnali contrastanti dall’attuale amministrazione: da un lato l’apertura al confronto fatta dall’assessore Borzetti, dall’altro la risposta ufficiale del Presidente del Consiglio, Maurizio Capparella, che dichiara l’impossibilità di accogliere le richieste di confronto avanzate dai cittadini, in quanto soggetti non titolati adad avanzare richieste in tal senso.
I temi di interesse pubblico rilevanti per la cittadinanza tutta, e non solo per questo Comitato, sono molteplici, ed il COIFAL è solo uno dei tanti.
Per questo ribadiamo la nostra richiesta di confronto in sede di Consiglio Comunale unica sede, a nostro avviso, consona per la discussione di temi di interesse generale, non dipendenti dalle “appartenenze”. Quello è il luogo in cui confrontarsi, discutere, chiarire dubbi e ricevere informazioni. Questo è l’approccio giusto per stemperare il clima di conflitto e sfiducia reciproca, che si è venuto a creare.
Così come ci piacerebbe sentire le opinioni del Presidente Revisore dei Conti, dottor David DE FILIPPIS, del Comune di Bracciano, che il primo settembre definì davvero “pittoresca” (citazione testuale) la prima fase di start-up delle operazioni, per verificare se conferma cosa dichiarò il giorno dell’approvazione del bilancio preventivo del Comune di Bracciano, per verificare se davvero sia stato approvato un bilancio senza controllo analogo e,se sia stato inviato un esposto in merito alla Corte dei Conti; perché la Laziofarma-Farmacie Pubbliche Laziale S.p.A. si occuperà della gestione delle farmacie dei Comuni aderenti in ogni tempo al Consorzio Coifal.
Inoltre saremo felici, di sapere cosa ne pensa l’Ordine dei Farmacisti Laziali, visto che ultimamente in questo Consorzio si sono accesi numerosi riflettori su bandi di gara anomali, e mancanza di requisiti di alcuni individui nelle operazioni.
* * * * *
Nel frattempo è stata scelta l’impresa privata che gestirà l’ottanta per cento delle farmacie pubbliche di Bracciano, Gaeta e Castel Madama.
La presa d’atto dell’aggiudicazione definitiva alla “Società Servizi Farmaceutici Integrati” con Amministratore signor Franco Vendittoli (costituita il 9 luglio 2015 mentre il bando comparve nella Gazzetta Ufficiale n. 72 del giorno 22 giugno 2015 “codice C.I.G. 6277423555”), con sede all’interno del Centro Leonardo di Spigno Saturnia, è stata fatta lo scorso 27 ottobre, all’interno del Consiglio di Amministrazione del consorzio dei tre comuni (Coifal). Alla seduta erano presenti il presidente Domenico Paone, i consiglieri Marco Di Vasta e Lucia Maltempo, nonché il direttore generale Anna Maria Valente.
Conclusa l’operazione, i tre comuni parteciperanno alla pari a un consorzio che controlla il venti per cento della “Laziofarma – Farmacie Pubbliche Laziali S.p.A.”, società a capitale misto pubblico e privato, che si assumerà concretamente il rischio imprenditoriale. L’altro ottanta per cento, pari a 520.000 euro è invece controllato dalla:
Società di Spigno Saturnia.
La determina provvisoria di assegnazione era stata sottoscritta nei giorni scorsi dal Direttore Generale del Coifal, dott.ssa Anna Maria Valente e dal Responsabile Unico del Procedimento dott. Pasquale Manzo. A fronte di un’offerta a base d’asta di 1.544.000,00 euro per una qq durata dell’affidamento di trent’anni, l’aggiudicazione è avvenuta con un canone mensile per ogni farmacia aperta di 1.300 euro (con 86,66 euro spettanti a ogni Comune), un’offerta “una tantum” di 140.000 euro e infine mezzo punto percentuale sul fatturato.
Ora, l’intera operazione è stata giudicata non economica dai Revisori dei Conti del Comune di Bracciano. Chi l’aveva criticata fin dall'inizio – con tanto di diffida a portare a termine la procedura – è però il consigliere comunale del Comune di Gaeta Eduardo Accetta, dubitando da subito dei requisiti di Pasquale Manzo a presiedere la commissione di gara, alla quale la Direzione ha dovuto cambiare un membro in corsa.
Vediamo se indoviniamo. Non sarà che di mezzo c’è l'interesse di un ex politico, che in futuro tornerà ad essere un comune cittadino, il quale continua a prodigarsi affinché sia completata l'opera da lui fortemente voluta? Forse l'incarico politico prestigioso a cui punta, è quello di primario delle farmacie comunali riunite e servizi vari? Staremo a vedere…...

Cittadini di Bracciano in Movimento

Disqus for Bracciano Movimento 5 Stelle